PER INFO E PRENOTAZIONI: mexico.milano@gmail.com 


VOLEVO NASCONDERMI 

di Giorgio Diritti, con Elio Germano 


Antonio è figlio di emigranti. Dopo la morte della madre viene affidato ad una coppia svizzero-tedesca ma i suoi problemi psicofisici lo porteranno all'espulsione. Viene mandato a Gualtieri in Emilia, luogo di cui è originario l'uomo che è ufficialmente suo padre. Qui vive per anni in estrema povertà sulle rive del Po fino a quando lo scultore Renato Marino Mazzacurati lo indirizza allo sviluppo delle sue naturali doti di pittore.



SECONDO MESE DI PROGRAMMAZIONE


orari:
 mercoledì 23 settembre 16.00 -18.45 - 21.30 

da venerdì 25 a mercoledì 30 settembre 15.00 - 19.10



ORSO D'ARGENTO a Elio Germano per la miglior interpretazione maschile al Festival di Berlino




UNDINE
 Un amore  per sempre
di Christian Petzold, con Paula Beer,Franz Rogowski, Jacob Matschenz

 Undine  lavora in un museo di Berlino come storica, dove illustra ai visitatori lo sviluppo urbano della città mediante i plastici che la rappresentano, descrivendo i suoi diversi stadi evolutivi che l'hanno resa la capitale odierna. Un giorno il suo amato Johannes  decide di lasciarla per un’altra donna, venendo meno alla sua promessa di amore eterno. Affranta, Undine incontra il sommozzatore Christoph  e se ne innamora perdutamente. Questo nuovo amore permette alla donna di rinvigorirsi e ricostruire se stessa, proprio come la sua Berlino, la città che non si è mai spezzata. Ma quanto accaduto non può essere cancellato così facilmente e Undine finisce per imbattersi in quel mito del folklore europeo che la rappresenta.


Film della critica dal Sindacato Critici Cinematografici Italiani.
Orso d’argento come Miglior Attrice alla protagonista Paula Beer e Premio della Critica Internazionale, FIPRESCI alla 70° edizione del Festival di Berlino


 GIOVEDI' 24 settembre ore 21.30
 VENERDI' 25, SABATO 26 e DOMENICA 27 settembre ore 17.20 - 21.30
LUNEDI' 28 settembre ore 17.20
 MARTEDI' 29 settembre ore 17.20 - 21.30
MERCOLEDI' 30 settembre ore 17.20
GIOVEDI' 1 ottobre ore 21.30

 

PINO - Vita Accidentale di un anarchico

di Claudia Cipriani 


Lunedì  28 settembre ore 21.30


lunedì 28 settembre saranno presenti in sala la regista Claudia Cipriani, Claudia Pinelli e la giornalista Benedetta Tobagi


Quella di Giuseppe Pinelli è una storia conosciuta, raccontata in molte testimonianze, numerosi libri e opere teatrali di cui la più famosa è “Morte accidentale di un anarchico” di Dario Fo. Gli autori scelgono di raccontarla da un punto di vista inedito: sono i ricordi delle figlie che, un passo alla volta, ci fanno conoscere Giuseppe Pinelli.


Il racconto di Claudia e Silvia Pinelli comincia nel 1969, quando avevano 8 e 9 anni e si conclude il 9 maggio del 2009 quando la famiglia è stata ricevuta al Quirinale dal Presidente Giorgio Napolitano che, in quell’occasione, definì Pinelli “la diciottesima vittima della strage di Piazza Fontana”. 


Il punto di vista delle bambine permette di entrare gradualmente in una storia complessa e intricata: man mano che le due crescono, aumenta anche il loro livello di consapevolezza, s’infittisce l’insieme di informazioni, si articola il discorso politico e il contesto storico. Contemporaneamente si sviluppa la storia personale di Giuseppe Pinelli, insieme all’evoluzione degli accadimenti storici di cui quella storia è riflesso: le contestazioni a cavallo tra gli anni ’60 e ’70, la “strategia della tensione”, l’Europa divisa in due blocchi.


Per chi già conosce la storia di Pinelli, il racconto delle figlie permette di esplorare, insieme al contesto politico, anche quello emotivo, famigliare e dunque più intimo.


“Pino, vita accidentale di un anarchico” racconta non solo la morte di Pinelli, ma anche la sua vita, le sue idee, i suoi affetti..