PROSSIMAMENTE 

 

PINO - VITA ACCIDENTALE DI UN ANARCHICO

di Claudia Cipriani

 Quella di Giuseppe Pinelli è una storia già conosciuta, raccontata in molte testimonianze, numerosi libri e opere teatrali di cui la più famosa è "Morte accidentale di un anarchico" di Dario Fo. L'intento è quello di raccontarla da un punto di vista inedito: saranno i ricordi delle figlie che, un passo alla volta, ci faranno conoscere Giuseppe Pinelli. Il racconto di Claudia e Silvia Pinelli comincia nel 1969, quando avevano 8 e 9 anni e si conclude il 9 maggio del 2009 quando la famiglia è stata ricevuta al Quirinale dal Presidente Giorgio Napolitano che, in quell'occasione, definì Pinelli "la diciottesima vittima della strage di Piazza Fontana"

DUE

di Filippo Meneghetti, con Barbara Sukowa, Martine Chevallier, Léa Drucker, Jérôme Varanfrain

 Due donne mature, Nina e Madeleine, si amano in segreto da decenni. Tutti, compresi i parenti di Madeleine, pensano che siano solo vicine di casa. Ma quando la routine di ogni giorno viene sconvolta da un evento improvviso, la famiglia di Madeleine finisce per scoprire la verità. E l'amore fra le due è messo alla prova.

ME DEA -  TE DEUM

di Mataro Da Vergato

 

Me Dea Te Deum fa parte della Trilogia di Teatro Digitale “Eros e Thanatos” basata sul concetto greco del Mousikée (unione di poesia, musica e danza) e sui gender sessuali, concetti su cui Mataro ha lavorato come performer dal 1986 quando realizza la sua prima performance pubblica “Il sonnambulo meraviglioso” dedicato a Vaslav Nijinsky.